Mission
  •       >

Mission

Palazzo Reale è il cuore espositivo nel centro di Milano, una struttura del Comune di Milano che da anni programma, progetta e gestisce grandi mostre d’arte per il grande pubblico.

Su una ricca e forte tradizione, iniziata negli anni Cinquanta, prosegue oggi un lavoro che negli ultimi dieci anni ha posizionato Palazzo Reale ad un livello di eccellenza sia per la qualità dei progetti scientifici che per la varietà delle proposte.

Un lavoro premiato anche dal pubblico: con un risultato che da anni supera stabilmente il milione di visitatori l’anno, le mostre di Palazzo Reale sono sempre più spesso in testa alla classifica di quelle più visitate d’Italia. 

Il successo però non sta solo nei numeri, anche se importanti. Le ragioni sono molte: una programmazione sul medio e lungo periodo, la disponibilità di importanti relazioni e partnership con i musei di tutto il mondo, le collaborazioni con soggetti dalla pluriennale esperienza nell’implementazione di progetti espositivi, la competenza crescente della struttura e un continuo sostegno del Comune di Milano.

Il ruolo più importante lo gioca l’eccellenza dei progetti curatoriali, affidati ai più eminenti storici dell’arte italiani e stranieri. Ogni mostra di Palazzo Reale è una vera e propria mostra “d’autore”.

Sempre più significativa anche la collaborazione con le più prestigiose firme dell’architettura italiana: siamo convinti che l'allestimento di una mostra contribuisca enormemente a migliorare non solo il godimento, ma anche l’interpretazione delle opere, ricreando un’atmosfera unica e mettendo il visitatore al centro di un’esperienza irripetibile.

Diamo una grande importanza all’attività didattica per scuole e famiglie. Accompagniamo il visitatore in mostra con strumenti che lo aiutino a comprenderla e mettiamo grande attenzione alla comunicazione, implementata negli ultimi anni dall’uso delle nuove tecnologie e dei nuovi media e sempre più orientata al coinvolgimento del pubblico.

Dopo l’esperienza di Expo 2015, con le due grandi mostre su Leonardo e su Giotto che hanno raggiunto livelli di qualità difficilmente ripetibili, oggi Palazzo Reale proietta lo sguardo al futuro, continuando ad offrire una programmazione espositiva di alto livello, ma con la necessità di ricomporre anche i tasselli della propria identità.

Un’identità prima di tutto legata al complesso architettonico. Molte sfide in questo senso sono già state vinte: la vivacità di Piazzetta Reale è ormai un dato di fatto grazie alla riapertura del Museo del Duomo e del Museo del Novecento e il recente restauro della Chiesa palatina di San Gottardo ha restituito alla Città, e a Palazzo Reale, un autentico gioiello.

Un racconto che passa anche dalla storia del Palazzo, lunga quasi dieci secoli: un primo passo è stato fatto con la splendida mostra sull’arte lombarda dai Visconti agli Sforza.

Per i prossimi anni la programmazione si strutturerà su due linee principali: i grandi movimenti e i personaggi che hanno fatto la storia dell’arte antica e moderna, e una riflessione per capitoli sui grandi nomi dell’arte italiana del Novecento ormai storicizzati, punto di partenza imprescindibile per comprendere anche l’arte contemporanea.

  • loading
  • loading